Pagine

venerdì 29 agosto 2014

LA NOSTRA TERRA un film di GIULIO MANFREDONIA

un film di GIULIO MANFREDONIA |
uscira'  nelle sale il 18 settembre 2014 distribuito da VISIONARIA e VIDEA


prodotto da LIONELLO CERRI | una produzione LUMIÈRE & CO. con RAI CINEMA


film riconosciuto di Interesse Culturale con il contributo economico del MINISTERO per i BENI e le ATTIVITA' CULTURALI e del TURISMODIREZIONE GENERALE per il CINEMA


soggetto e sceneggiatura FABIO BONIFACCI GIULIO MANFREDONIA


con STEFANO ACCORSI SERGIO RUBINI . MARIA ROSARIA RUSSO . IAIA FORTE . NICOLA RIGNANESE . MASSIMO CAGNINA . GIOVANNI CALCAGNO . GIOVANNI ESPOSITO . SILVIO LAVIANO . MICHEL LEROY
con l'amichevole partecipazione di BEBO STORTI e con PAOLO DE VITA con l'amichevole partecipazione diDEBORA CAPRIOGLIO con la partecipazione di TOMMASO RAGNO


ROMA . giovedi 11 settembre 2014CASA DEL CINEMA Largo Mastroianni 1
ore 10.30  proiezione per la stampa (durata film 100')
ore 12.00  photocall
ore 12.20  conferenza stampa a seguire interviste RADIO e TV (con troupe propria)


MILANO giovedi 11 settembre 2014
APOLLO SPAZIO CINEMA 
Galleria de Cristoforis 3 
ore 10.30  solo proiezione per la stampa 
(durata film 100') riferimento per Milano: STUDIO SOTTOCORNO 02 29419283


LA NOSTRA TERRA E'  la storia di una strana antimafia, fatta piantando pomodori. E di qualcosa che viene prima: la terra. Quella che ci ospita, ci nutre e ci seppellisce.
Nicola Sansone è proprietario di un podere nel Sud Italia che viene confiscato dalla Stato e assegnato a una cooperativa, che però non riesce - per celati o dichiarati boicottaggi - ad avviare l'attivita' . Per questa viene mandato in loro aiuto Filippo (Stefano Accorsi), un uomo che da anni fa l'antimafia lavorando in un ufficio del Nord, e quindi impreparato ad affrontare la questione è sul campo.
Numerosi sono gli ostacoli che Filippo incontra, e spesso deve resistere all'impulso di mollare tutto: lo trattengono il senso di sfida e le strane dinamiche di questa cooperativa di insolite persone cui inizia ad affezionarsi, in particolar modo Cosimo (Sergio Rubini) l'ex fattore del boss e Rossana, la bella e determinata ragazza che forse ha un passato da riscattare. In un ribaltamento di ruoli, tra sabotaggi e colpi di scena, non appena le cose iniziano ad andare quasi bene, al boss Nicola Sansone vengono concessi i domiciliari.
Riuscirà l'antimafia a trionfare?

Nessun commento:

Posta un commento